GDPR

una nuova opportunità

GDPR: una nuova opportunità

Si avvicina sempre di più il fatidico 25 maggio 2018, giorno in cui entrerà in vigore a tutti gli effetti il GDPR, il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati. Se n’è sentito parlare molto e ancora se ne sentirà parlare perché i cambiamenti da mettere in atto per adeguarsi alla normativa sono molti (ma molti non sono ancora pronti). Il GDPR nasce dal bisogno di regolamentare con più trasparenza il trattamento dei dati personali di cittadini, aziende e Pubbliche Amministrazioni, quindi porterà più semplicità delle norme riguardanti il trasferimento dei dati personali dall’UE verso i Paesi esteri e più chiarezza sul consenso e sull’informativa della privacy.

In quest’ottica, è necessario prima di tutto che un’azienda comprenda l’importanza dei dati come fonte di valore e rifletta sugli ingenti danni (anche economici) che possono derivare da un’eventuale perdita degli stessi. È fondamentale inoltre un’analisi preliminare sul contesto aziendale per raccogliere informazioni rilevanti su quanto posto in essere fino ad oggi per adeguarsi alla legislazione attuale. Mappare i ruoli, l’organizzazione, le competenze, le regole e i processi aziendali è il task primario da svolgere al fine di assicurare un’applicazione coerente e omogenea delle norme a protezione del trattamento dei dati personali.

Per l’azienda questo si traduce nel mettere in pratica tutta una serie di analisi e conseguenti azioni che implicano anche l’implementazione di sistemi di privacy e security di ultima generazione conformi alla normativa. Ecco allora che il GDPR, obbligando le imprese a nuove misure di sicurezza per la gestione e il trattamento dei dati sensibili, lo possiamo intendere come una nuova opportunità di business , poiché le richieste verranno rivolte a installatori, system integrator, e professionisti i quali potranno fornire un servizio adeguato e competente con forniture di hardware e software all’avanguardia. Ci si riferisce a access point, firewall, sistemi di storage e molto altro che andranno revisionati e aggiornati.

Non è tutto qui però. Si tratta anche di una reale possibilità per mettere a frutto non solo la propria competenza tecnica, ma anche la propria capacità di proporsi come un vero e proprio consulente in grado di capire il cliente e le sue necessità. Un supporto sotto questo punto di vista sarà infatti richiesto tanto quanto le nuove tecnologie e procedure di controllo da mettere in atto. Alla parte più strettamente tecnica, si aggiungerà quindi una parte più consulenziale. Si pensi ad esempio all’importanza dell’audit, ossia quel processo di verifica e revisione del sistema nella sua totalità che ha come scopo quello di ottimizzare il rendimento aziendale. E uno dei temi da verificare sarà appunto l’aggiornamento delle infrastrutture che concorrono al regolamento previsto dal GDPR.

Se sei curioso di capire quale potrebbe essere il tuo ruolo in questa nuova challenge, Elmat Spa ha organizzato un programma completo anche formativo per affrontare al meglio questa opportunità di guadagno. Scopri come mettendoti in contatto con i nostri uffici.

Ti potrebbe interessare
videosorveglianza per i negozi
Videosorveglianza per i negozi: tra novità tecnologiche e normativa sulla privacy
Privacy sul tema dell'acquisizione forense delle immagini
Videosorveglianza e acquisizione forense delle immagini
Videosorveglianza e responsabilità dell’installatore
GDPR, il punto di vista di AuditFT

Lascia un Commento