Internet of Things

nel settore sicurezza
IoT e sicurezza

IoT e sicurezza: l’Internet of Things in ambito Safety&Security

In un mondo sempre più interconnesso, rendere ogni nodo affidabile è un requisito critico per l’evoluzione e la crescita di applicazioni e soluzioni IoT. La richiesta sempre più urgente è quindi quella di un crescente bisogno di sicurezza di dati e connessioni. La sfida per i progettisti di soluzioni IoT non è solo quella di implementare applicazioni con la miglior efficenza di calcolo possibile, ma anche con un livello di sicurezza ottimale.

Una delle prime cose che viene in mente pensando all’implementazione di sistemi IoT nelle aziende o nelle città è il monitoraggio. Raccogliere, filtrare e archiviare dati per elaborarli e trarne valore. Ma valore per cosa? Per chi? In base al campo d’applicazione è possibile portare diversi esempi, ma un denominatore comune c’è. Se è vero che la tecnologia è un mezzo e non un fine, se dev’essere usata per migliorare la vita delle persone, tutta la mole di dati raccolti e di informazioni generate ogni giorno dovrebbe essere usata per costruire modelli e prevedere delle situazioni. Di pericolo, per esempio.

Ed ecco allora che emerge abbastanza chiara la relazione tra IoT e sicurezza. Pensiamo alla building automation, ad esempio. Con un sistema IoT di gestione dell’intero edificio è possibile controllare in tempo reale molti parametri (temperatura, umidità, occupazione degli spazi, consumi ecc.) e, nel caso di eventuali rischi o presunti tali, inviare un alert per prevenire possibili danni. Nelle smart factory invece, le soluzioni IoT vengono spesso usate per la manutenzione predittiva: non solo per abbassare i costi di manutenzione delle macchine, ma proprio perché una corretta manutenzione serve a prevenire incidenti e abbassare la probabilità di molti rischi.

O ancora, le smart city sono l’esempio per eccellenza del rapporto tra IoT e sicurezza: le città intelligenti sono tali non per la massiccia dose di tecnologia di cui sono composte, ma perché rendono più vivibile e confortevole l’ambiente per le persone. E questo presume ovviamente anche un alto livello di safety: la pubblica sicurezza può acquisire un aiuto importante dai sistemi di Internet of Things, sia per la prevenzione, che per il monitoraggio, ma anche per gli interventi stessi. Nell’ambito della smart heath, dove ancora l’implementazione dell’Internet of Things non è così diffusa ma l’interesse è molto alto, le applicazioni IoT possono essere usate per un costante monitoraggio delle condizioni dei malati cronici, avvisare il personale medico nel momento del bisogno per agire con prontezza.

Questi sono solo alcuni esempi della relazione tra IoT e sicurezza: provengono da realtà esistenti o, se non altro, facilmente immaginabili. Ma se pensiamo ai passi da gigante del mondo tech, è sicuramente possibile che ci siano altre numerose implementazioni che ancora oggi non riusciamo a prevedere.

Ti potrebbe interessare
iot in azienda
IoT in azienda: un’opportunità da cogliere adesso
IoT per le smart cities
IoT per le Smart Cities
sfida
Nuovi progetti per i system integrator: cosa è cambiato con il Coronavirus?
elmat-smartik-iot
Smartik: l’IoT facile e flessibile che porta l’innovazione nelle aziende

Lascia un Commento