IoT per le Smart Cities

Le nuove soluzioni dell’Internet degli Oggetti integrano l’arredo urbano per ridisegnare il funzionamento delle città
IoT per le smart cities

IoT per le Smart Cities

Le nuove soluzioni dell’Internet degli Oggetti integrano l’arredo urbano per ridisegnare il funzionamento delle città

«La spesa del mondo B2B in tecnologie, applicazioni e soluzioni IoT raggiungerà i € 250 miliardi entro il 2020». Il dato estratto dall’analisi di marketing del Boston Consulting Group (BCG) sul Mercato IoT: Winning In IoT, It’s All About The Business Processes, rende molto bene l’ordine di grandezza della crescita di queste nuove tecnologie e anche perché è un settore strategico per chi si occupa di tecnologia di rete. Proprio per questo, a partire da oggi, pubblicheremo una serie di approfondimenti sull’IoT per le smart cities che dimostrino come la tecnologia ridisegnerà la logistica delle nostre città.

Di cosa parliamo quando parliamo di IoT per le Smart Cities

Quel che già sappiamo è che i principali ambiti di queste nuove tecnologie riguarderanno efficienza energetica e controllo, con installazione di illuminazione pubblica a risparmio energetico Led. Queste unite alla mobilità ed al rispetto dell’ambiente saranno le infrastrutture che maggiormente cambieranno le città come le conosciamo oggi per trasformarle in città intelligenti.

Le telecamere IP: il cuore della rete IoT per le Smart Cities

A queste si aggiungeranno le telecamere, veri e propri sensori connessi tra loro e in grado di riconoscere le targhe e di valutare il traffico cittadino, per informare semafori intelligenti per raggiungere una mobilità che migliori la qualità della vita e dei cittadini. Le telecamere inoltre saranno sempre di più al servizio della sicurezza cittadina anche con nuovi software più evoluti che saranno in grado di riconoscere persone ricercate e terroristi.

Si prospetterà quindi un utilizzo sempre maggiore di auto elettriche, con stazioni di ricarica connesse ad applicazioni che ci informano su dove e quando sarà possibile utilizzarle. Infine con l’integrazione delle nuove tecnologie smart all’interno dell’arredo urbano sarà possibile ricevere dei tempestivi allarmi, con apparati connessi tra loro, in caso di pericoli di alluvioni ed altri eventi negativi.

Quali tecnologie IoT per le Smart Cities?

Le principali tecnologie IoT per trasformare una città in smart cities sono:

  • CCTV Videosorveglianza ad alta definizione
  • Riconoscimento del viso per persone ricercate antiterrorismo
  • Ingresso ZTL per limitare gli accessi al centro
  • WiFi Cittadino in determinate aree
  • Pannello ottico acustico per messaggi di attenzione
  • Applicazioni di IOT utilizzando Beacons e tag Rfid di manutenzione
  • Sensori di temperatura, sismici, rilevamento alluvioni
  • Controllo dell’inquinamento
  • Controllo del traffico automobilistico
  • Luce Led in tutti i pali da prevedere
  • Controllo discariche e mezzi della spazzatura
  • Gestioni Asset Comunali: Inventario dei beni
  • Gestione e Localizzazione mezzi Comunali
  • SOS Comunale Pulsante di emergenza
  • Gestione allarmi per anziani soli con pulsante di chiamata
  • Droni di Controllo Territorio
  • Marketing per negozi con messaggistica sul cellulare
  • Gestione Rfid della raccolta della spazzatura
  • Tracking di cose oppure persone da tracciare (Altzeimer)
  • Colonnine ricarica elettrica
I pali modulari: il braccio della rete IoT per le Smart Cities

E se al centro del sistema IoT ci sono le telecamere IP che si trasformano in sensori, a sostegno troveremo nuove tipologie di elementi dedicati all’arredo urbano: anche i pali diventano smart ed efficienti.

La modularità di questi oggetti consente l’utilizzo dei pali per l’illuminazione, il sostegno per le telecamere, il sostegno display per la comunicazione ai cittadini, il ponte radio, la diffusione del segnale wireless o il semplice arredo urbano per migliorare il design cittadino.

I pali smart del progetto Technic

I pali smart di Technic sono ricavati da elementi tubolari in acciaio alternati a scuretti che permettono l’incastro tra i vari elementi. La progettazione di questo tipo di soluzioni segue alcuni criteri specifici e permette di:

  • evitare quadri elettrici a terra
  • evitare cavi esterni al palo
  • avere la possibilità di orientare le telecamere in maniera estetica funzionale
  • sostenere eventuali display o corpi illuminanti

Nella prossima parte del nostro approfondimento sull’IoT per le smart cities veremo come realizzare un sistema CCTV-INGRESSI ZTL-WiFI Cittadino.

Per maggiori informazioni sulle soluzioni IoT per le smart cities, contattaci.

Ti potrebbe interessare
Rete wireless vs rete cablata
Conoscere i trend di Digital Transformation per sviluppare progetti innovativi vincenti
trend tecnologici
Trend tecnologici 2019: scoprire in che direzione va il futuro e… seguirlo!
ELMAT – INNOVATION DAY 2018

Lascia un Commento