Smart card

aumenta il livello di sicurezza
smart card

Le smart card per una maggior sicurezza

È dal 1991 che HID Global, marchio del gruppo ASSA ABLOY nato ad Austin in Texas, sta crescendo a dismisura confermando la sua posizione di leader nell’ambito della sicurezza IT. HID Global fornisce infatti prodotti, servizi e soluzioni relativi alla gestione di identità sicure per milioni di clienti in tutto il mondo.

Il successo dell’azienda nasce proprio dalla sua stessa mission: creare valore per il cliente. Ad oggi è ritenuta il principale fornitore per gli OEM, per i sistemi integrati utili al controllo accessi fisici, per la gestione dell’autenticazione e delle credenziali, per la personalizzazione delle cards, per la gestione dei visitatori.

È riconosciuta soprattutto per l’elevata qualità dei prodotti e dei servizi offerti, per il design innovativo che propone e per la leadership del settore.

Rimanendo in tema di innovazione, una delle ultime novità in casa HID Global riguarda l’evoluzione dei documenti identificativi e della loro capillare diffusione. La carta d’identità, si sa, è fondamentale, ma esistono tutta una serie di documenti satelliti altrettanto utili ed indispensabili. Oggi abbiamo una tessera per tutto: per pagare i pasti in mensa, per aprire le porte delle camere d’albergo, per restituire i libri in biblioteca, per l’accesso a scuola e, più in generale, per usufruire di molti servizi offerti alla comunità.

Robin Tandon, Director of Product Marketing di HID Global, fa notare che negli ultimi vent’anni il modo in cui vengono emesse le carte d’identità non è cambiato molto. Basta progettarle da un PC e stamparle. E non è molto diverso il modo in cui vengono prodotte tutte quelle tecnologie legacy come bande magnetiche o semplici schede per il controllo dell’accesso. Ma anche questo sistema risulta ormai alquanto datato e richiederebbe un aggiornamento, come sostiene Dominic Tavassoli, VP Product Marketing e Management.

In particolare, sono ben il 95% le Università e le scuole negli USA ad avvalersi ancora di queste tecnologie che non tutelano in modo adeguato gli istituti e gli studenti, ma, al contrario, lasciano le istituzioni vulnerabili e non aggiornate in termini di sicurezza.

Visto che il problema non è poi così recente, la strada da intraprendere è già stata individuata: un software basato sul cloud che possa rivoluzionare l’attuale sistema lento e poco funzionale. Lo scopo è quello di fornire un’esperienza più adeguata, comoda, flessibile, ma soprattutto sicura e – perché no? – più economica.

I motivi per cui queste istituzioni si stanno muovendo in favore delle smart card possono essere riassunti nei seguenti 5 punti:

  1. maggior sicurezza
  2. convenienza del titolare della carta
  3. maggiore flessibilità
  4. risparmio di costi e maggior efficienza a lungo termine
  5. guardare al futuro

In questo scenario, HID Global si propone come la realtà che può effettivamente cambiare il modo di gestire l’emissione di questi documenti d’identità e di controllo accessi, sfruttando tecnologie sicure, basate sul cloud.

In particolare si tratta di diverse tipologie di smart card: eID Cards, e-Passports, iClass, vanGO, Crescendo, LEGIC, HITAG, UltraCard… sono tutti dispositivi hardware multi-tecnologia che hanno la potenzialità di memorizzare dati ad alta sicurezza. Sono composte da circuiti integrati, microprocessori, antenne e memorie che formano il microchip della carta.

Quelle per gli studenti sono utili per le transazioni, per i pagamenti delle rette universitarie e ovviamente offrono un servizio di accesso semplificato agli istituti.

Per quanto riguarda invece i software, HID Global ne propone 4. Il primo è pivCLASS Government Solution che include applicazioni multiple per supportare il controllo accessi fisici tramite le smart card. Il secondo è Asure ID Card Personalization: è la futura generazione in termini di personalizzazione delle smart card (es. sicurezza delle credenziali e incisione laser). Il terzo è EasyLobby Visitors Management per la registrazione dei visitatori, la stampa di badge, il monitoraggio e la segnalazione. Infine, il quarto e ultimo software è ActivID Authentication and Credential Management, soluzione per proteggere l’autenticazione su dispositivi mobili.

HID Global si dimostra quindi, ancora una volta, all’avanguardia in termini di tecnologie per la sicurezza, in questo caso in un ambito di fondamentale importanza: quello dell’education (ma non solo).

Contattaci per maggiori informazioni.

Ti potrebbe interessare
software video analisi
Software di video analisi: Avigilon ACC7
security manager controllo accessi smartcard
Security manager e controllo accessi: come semplificare il tuo lavoro
stand elmat a fiera sicurezza 2019
Sicurezza 2019: la soluzione contro ogni minaccia è l’integrazione veloce e facile
controllo accessi
Controllo accessi aziendale

Lascia un Commento