Smart city

la videosorveglianza utile nel caso di eventi meteorologici estremi

Smart city: la videosorveglianza utile nel caso di eventi meteorologici estremi

Il tuo compito come system integrator è anche quello di suggerire al tuo cliente le soluzioni più all’avanguardia per fronteggiare il cambiamento. In questo caso, parliamo di cambiamento climatico, che dà vita a eventi meteorologici sempre più estremi, come inondazioni, incendi e tempeste.

Le soluzioni di videosorveglianza possono essere utilizzate per monitorare le zone ad alto rischio, raccogliere dati relativi alle condizioni climatiche in tempo reale e generare segnali di allarme automatici. Sta a te far capire alle amministrazioni delle smart city e di altri centri urbani che queste soluzioni possono aiutare gli interventi di primo soccorso, limitare i danni e soprattutto salvare vite umane. Vediamo come.

Monitorare le inondazioni con la videosorveglianza

Le telecamere e i sensori IoT possono aiutare a monitorare le aree fluviali o quelle più soggette alle inondazioni per inviare un allarme quando il livello dell’acqua raggiunge un punto prestabilito. In seguito puoi attivare una comunicazione istantanea attraverso gli altoparlanti o servizi di messaggistica, in modo da organizzare un’evacuazione.
Il monitoraggio, inoltre, può riguardare le aree urbane soggette ad allagamenti dopo forti piogge, le falde acquifere e i flussi sottomarini.

axis analytics

Agire tempestivamente in caso di incendio grazie alla videosorveglianza

Puoi utilizzare le telecamere di rete come sensori per monitorare le fasi iniziali di un incendio in un’area remota e per fornire informazioni sul luogo preciso, per indirizzarvi i pompieri tempestivamente. Inoltre, le stesse telecamere danno informazioni utili sullo sviluppo degli incendi ai soccorritori e aiutano a coordinare le eventuali evacuazioni.
Nel caso di incendi dolosi, poi, le telecamere possono aiutare le forze dell’ordine a individuare il piromane e dunque ridurre la probabilità che quest’ultimo possa agire anche in altre aree.

L’utilità della videosorveglianza nel caso delle tempeste e degli uragani

Durante questi eventi meteorologici estremi, le soluzioni di videosorveglianza forniscono prima di tutto le immagini in tempo reale, aiutando i soccorsi a intervenire in caso di emergenza. Inoltre le telecamere individuano la presenza di curiosi che possono mettersi in una situazione pericolosa per la loro incolumità oppure identificano possibili sciacalli che agiscono nelle aree evacuate.
Infine i sistemi di videosorveglianza permettono di raccogliere dati su questi eventi catastrofici, in modo tale da affrontare nel migliore dei modi quelli successivi.

Le soluzioni Axis Communications per il monitoraggio di eventi meteorologici estremi

Le telecamere Axis, in aggiunta alle soluzioni IoT scalabili, sono ideali per il monitoraggio ambientale perché forniscono dati e analisi visive, consentendoti di mettere in atto quanto scritto negli esempi sopra. In aggiunta puoi implementare anche le soluzioni audio di rete, per diramare messaggi in tempo reale e offrire riparo o soccorso velocemente alle persone in difficoltà.
Infine, visto che spesso questi eventi sono causati dal cambiamento climatico, va detto che le soluzioni Axis hanno un minor impatto sull’ambiente perché i materiali e componenti sostenibili sono selezionati da fornitori affidabili. Per esempio, l’80% delle telecamere e degli encoder Axis sono privi di PVC e diverse serie di telecamere sono completamente prive di alogeni.
Se vuoi iniziare a progettare un sistema di videosorveglianza in una smart city per monitorare gli eventi meteorologici estremi, scrivici qui. I nostri specialisti ti daranno tutti i consigli per avviare il progetto.

Ti potrebbe interessare
videosorveglianza futuro
Progetta il sistema di videosorveglianza del futuro
trend axis communications
6 trend nella videosorveglianza da conoscere se sei un system integrator
controllo accessi
Controllo accessi aziendale
videosorveglianza rifiuti
Videosorveglianza e rifiuti: crea una soluzione intelligente implementando l’IoT

Lascia un Commento